NEWS

Alan Riou vince la Classic 44

Con casco e tenuta Ekoï

Alan Riou ha conquistato la sua prima vittoria tra i professionisti, vincendo la Classic 44!Alan Riousi È una liberazione! So di essere in forma da due mesi e sapevo di essere vicino alla vittoria...Mi fa veramente piacere che si sia concretizzata. Si tratta della mia prima vittoria tra i professionisti. Ero rimasto deluso dopo il mio secondo posto al Tour de Bretagne, ma oggi il piano ha funzionato e ne sono molto felice.Nella corsa, sapevo che l'ultimo chilometro era quello della velocità. So di essere veloce sullo sprint e in un piccolo gruppo ho spesso la mia occasione. Quando Godon ha iniziato il suo tentativo a destra, ho dato il massimo e ha funzionato. Sono contento che la squadra si sia fidata di me. Abbiamo dei grandi leader ad Arkea-Samsic e quando devo lavorare per loro lo faccio al 100%; oggi era la mia occasione per dimostrare che anch'io posso avere successo quando mi viene data una possibilità. È fantastico che sia andata così. Mi mancava ricevere tante notifiche sul mio cellulare dopo la gara (ride). »Yvon LedanoisÈ fantastico, questa vittoria di Alan è stata davvero piacevole. È stata una gara segnata da condizioni meteorologiche difficili. Anthony Delaplace ha giocato un ruolo preponderante tatticamente, poiché con Alan erano in due davanti in un gruppo molto piccolo. Con velocità di punta che ha, Alan doveva credere in lui. È stato grande. Sono contento che abbia vinto perché per la maggior parte del tempo è un compagno di squadra mentre oggi ha giocato la sua carta e ha saputo vincere: è fantastico. Nonostante le condizioni...dimostra che quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare »
Maggiori informazioni

Elia Viviani vince il GP d’Isbergues

Con casco EKOI AR15 e occhiali EKOI PREMIUM 80

Il corridore  della squadra COFIDIS si aggiudica in un colpo solo il podio della coppa di Francia. Congratulazioni a tutto il Team.
Maggiori informazioni

Podio EKOI al 100% al Grand Prix di Wallonie

con COFIDIS / ARKEA SAMSIC / LOTTO SOUDAL

Il terzetto finale per EKOI al Grand Prix di Wallonie in Belgio con i 3 corridori EKOI: Christophe LAPORTE (Team COFIDIS) Warren BARGUIL (Team ARKEA) Van DER SANDE (Team LOTTO)... tutti e tre con caschi e occhiali EKOI
Maggiori informazioni

Manon Genêt Vice Campionessa del mondo

con casco KOINA e occhiali EKOI

 Manon Genêt prende il secondo posto al campionato del mondo ITU (8h34'22"). L'orologio parla da solo e mostra l'eccellente condizione della nostra ambasciatrice...Congratulazioni
Maggiori informazioni

Elia VIVIANI vince il Gran Premio di Fourmies

con casco AR14 EKOI e occhiali PREMIUM 80

10° vittoria per il team COFIDIS grazie a Elia VIVIANI che conquista la 6° vittoria personale della stagione.
Maggiori informazioni

3° titolo di Campione dei Paesi Bassi per Milan VADER

con casco EKOI

Terzo titolo di Campione dei Paesi Bassi per Milan, bravo ! Prossima tappa Snowshoe Mountain negli USA.
Maggiori informazioni

Vittoria in Coppa del Mondo per la seconda volta nel 2021 per Victor Koretzky

con casco EKOI GARA e occhiali PREMIUM 70

Victor Koretzky vincitore a Lenzerheide ! Si tratta della seconda vittoria di stagione in Coppa del mondo per Victor Koretzky, che aveva vinto la prova di Albstadt (Germania) ad inizio stagione.
Maggiori informazioni

2à titolo di campione d'Europa nella Challenge Roth

per il team EKOI

Nel femminile, Anne Haug si impone anch'essa nella Challenge Roth, la prima donna a stare sotto le 8h (7:53:48)
Maggiori informazioni

Patrick Lange campione d'Europa di triathlon a Roth

con casco e occhiali EKOI

Patrick Lange vince la Challenge Roth...e la cosa più impressionante è la migliore performance mondiale su lunga distanza (7:19:19)
Maggiori informazioni

Vittoria di Caleb Ewan nella 5° tappa del Giro del Benelux

con casco e occhiali Ekoi

Caleb Ewan ha vito questo Venerdì la 5° tappa del Giro del Benelux , a poco più di due mesi dal suo abbandono del Tour a causa di una caduta. https://twitter.com/i/status/1433783425228591124
Maggiori informazioni

Victor Koretzky 3° dei Campionati Mondiali in Val di Sole

Con casco, occhiali e tessuto Ekoï

Victor Koretzky: "Sto avendo un anno fantastico" "Ho avuto una buona partenza perché abbiamo visto nelle altre gare che bisogna essere piazzati alla partenza. Ho lasciato andare i due svizzeri perché avevo paura di finire in rosso, penso di aver fatto bene perché avevo ancora molte risorse alla fine della gara. Penso di aver gestito bene il mio sforzo. Quando sono tornato su Cink (a un giro e mezzo dalla fine), non sono rimasto a lungo con lui, l'ho attaccato nella parte tecnica del circuito e non mi ha seguito. Mentre mi avvicinavo al traguardo, ero ancora sotto il pedale. Questo terzo posto mi dà la possibilità di vincere la gara Questo terzo posto dà ancora più sollievo alla mia stagione, sto avendo un anno fantastico, anche se non volevo andare ai Giochi per finire quinta, ma per ottenere una medaglia. Sto avendo un anno fantastico, anche se non volevo andare ai Giochi per finire 5°, ma per vincere una medaglia. Arriva oggi, dimostra che si può contare su di me per i grandi eventi. È la mia prima nella categoria Elite, dopo quelle nelle categorie Junior e U23, quindi ha un sapore speciale
Maggiori informazioni

Elia Viviani vince la 3ª tappa del Tour du Poitou-Charentes

con casco e occhiali Ekoï

Elia Viviani ha vinto la terza tappa del Tour du Poitou-Charentes giovedì. Il pilota italiano ha aumentato il suo vantaggio in cima alla classifica. Sulla linea, il transalpino era davanti al belga Timothy Dupont (Bingoal-Pauwels Sauces-WB) e al suo compagno di squadra e connazionale Simone Consonni.
Maggiori informazioni

Jason Tesson vince il Tour du Poitou Charentes

Con occhiali e tessuto Ekoï

Jason Tesson del team St-Michel-Auber 93 ha vinto la seconda tappa del Tour Poitou-Charentes in Nouvelle-Aquitaine in uno sprint. Ha battuto Elia Viviani e Sean De Bie (Bingoal-Pauwels Sauces-WB). Elia Viviani conserva la sua maglia di leader.
Maggiori informazioni

Elia Viviania vince il Tour du Poitou Charentes

con casco e occhiali Ekoï

Pochi minuti dopo l'esito della 12ª tappa della Vuelta, è stato in Francia, al Tour Poitou-Charentes-Nouvelle Aquitaine, che il team Cofidis ha brillato. Dopo una tappa particolarmente animata, dove Anthony Pérez era in testa, la decisione è stata presa in uno sprint. E i due corridori italiani della Cofidis, Elia Viviani e Simone Consonni, entrambi medagliati ai Giochi Olimpici di Tokyo, hanno mostrato il loro senso della velocità e del posizionamento. Il primo ha vinto, il secondo si è piazzato al 2° posto. Per Elia è stato il suo 4° successo della stagione, il 2° in maglia Cofidis dopo il successo al GP Cholet-Pays de la Loire. Per Simone Consonni è stato il 4° successo della stagione, il 2° in maglia Cofidis dopo il successo al GP Cholet-Pays de la Loire
Maggiori informazioni

Warren Barguil vince la classifica generale del Tour du Limousin

Con casco, occhiali e abbigliamento Ekoï

Warren Barguil si è imposto nella classifica generale del Tour du Limousin, ha ribaltato la corsa nel finale insieme ai suoi compagni di squadra, quando il leader Dorian Godon ha mollato la presa all'inizio del fase finale di Limougeaud.Warren Barguil«Questo Tour del Limousin-Périgord-Nouvelle Aquitaine 2021 è stato duro, ogni giorno, ed oggi con il caldo è stato ancora più difficile. Dorian ha detto di essere stato male la scorsa notte, e su una tappa simile si nota. Tutta la squadra ha fatto un ottimo lavoro, tutti mi hanno protetto. Ci credo ancora fino alla fine, non volevo deludere i miei compagni di squadra che si sono dati da fare per me. Ho lavorato bene dopo il Tour e questa vittoria è una ricompensa per il mio impegno. Sono commosso anche perché è la prima volta nei ranghi professionali che vinco davanti ai miei genitori e a mio figlio. Sono molto motivato per il resto della stagione. Sono anche felice di vincere la mia prima gara a tappe tra i professionisti, ci ero quasi riuscito qualche anno fa in Norvegia, e questa volta ho vinto dopo aver combattuto una bella battaglia con Franck Bonnamour nel finale di questa tappa».
Maggiori informazioni

Vittoria di Christophe Laporte nella prima tappa del Tour du Limousin

con casco e occhiali Ekoï

Troisième victoire cette saison pour @LAPORTEChristop sur la première étape du @tourdulimousin après une belle prestation collective !pic.twitter.com/aKQf0kQ2EG — Team Cofidis (@TeamCOFIDIS) August 17, 2021
Maggiori informazioni

Cofidis alla vuelta

Con caschi e occhiali Ekoï

È ormai diventata un'abitudine: al team Cofidis piace brillare sulle strade della Vuelta. Negli ultimi anni lo hanno dimostrato David Moncoutié, Nicolas Edet, Jesus Herrada e Guillaume Martin. In questa stagione, con Guillaume e Jesus come leader della squadra, l'outfit nordico farà di tutto per provare nuove emozioni e grandi successi sulle strade della più prestigiosa corsa spagnola.
Maggiori informazioni

Lotto Soudal alla Vuelta

Con caschi e occhiali Ekoï

Ecco gli otto corridori della Lotto Soudal che proveranno a conquistare una vittoria di tappa nella 76ª edizione del Giro di Spagna: Steff Cras (25), Frederik Frison (29), Matthew Holmes (27), Andreas Kron (23), Sylvain Moniquet (23), Harm Vanhoucke (24), Maxim Van Gils (21) e Florian Vermeersch (22). Kron, Moniquet, Van Gils e Vermeersch faranno i loro primi giri in un gran tour. La Vuelta inizierà con un prologo nelle strade di Burgos sabato 14 agosto e terminerà tre settimane dopo a Santiago de Compostela con una cronometro individuale. Il direttore sportivo Nikolas Maes dettaglia la selezione della Lotto Soudal per il gran tour finale della stagione. "Con le assenze di Caleb Ewan e Jasper De Buyst, abbiamo dovuto cambiare la nostra selezione per il Giro di Spagna. La squadra è più orientata alla montagna", inizia Nikolas Maes. "Ragazzi come Andreas Kron e Harm Vanhoucke hanno spesso dimostrato di essere capaci di grandi cose quando la strada sale. Saranno supportati da Steff Cras, Matthew Holmes, Sylvain Moniquet e Maxim Van Gils. Con Frederik Frison e Florian Vermeersch, la nostra squadra avrà anche due piloti forti. La nostra selezione non ha molta esperienza nei grandi giri, ma sono tutti corridori ad alto potenziale. Sono sicuro che ognuno di loro avrà l'opportunità di mostrarsi in questa Vuelta. È un gruppo giovane e i corridori non potranno certo essere davanti ogni giorno, ma credo che il nostro obiettivo di vincere una tappa sia abbastanza raggiungibile. Puntiamo soprattutto alle tappe di transizione e agli arrivi in vetta. Sulla carta, ci saranno alcune grandi opportunità per mostrarci." Nikolas Maes: "Andreas Kron sarà al suo debutto nel Grand Tour, ma il giovane danese sta già mostrando molta maturità e con due vittorie in questa stagione ha già dimostrato di cosa è capace. Andreas sarà uno dei principali protagonisti nelle tappe di transizione e negli arrivi in vetta. Harm Vanhoucke lascerà da parte la classifica generale di questo Giro di Spagna per concentrarsi sulle vittorie di tappa. Il suo secondo posto nel Tour de l'Ain dimostra che attualmente è in ottima forma. " "Florian Vermeersch correrà anche il suo primo grande tour. Cercherà di entrare nella lotta negli sprint, ma senza alcuna pressione. Florian sarà presente anche per sostenere i suoi compagni di squadra, ma potrebbe anche giocare la sua carta nelle fasi di transizione. Frederik Frison è sempre stato un valore aggiunto per la nostra squadra, cercherà soprattutto di aiutare Florian nelle volate ma potrebbe anche fare un buon prologo o andare in fuga." "Matthew Holmes ha già dimostrato di poter creare una sorpresa nelle lunghe fasi di transizione e avrà sicuramente altre opportunità per mostrarsi. Maxim Van Gils ha impressionato con alcuni ottimi risultati nei suoi primi mesi da professionista. Avrà un po' di libertà per il suo primo grande tour. Con il suo punch sarà molto complementare ad Andreas Kron nelle finiture più difficili. A causa di Covid, Steff Cras non ha potuto correre molto in questa stagione, ma sembrava in ascesa al Tour de l'Ain. La Vuelta dovrebbe adattarsi perfettamente a lui. Primo grande tour anche per Sylvain Moniquet, ma come Maxim, non ci sarà pressione sulle sue spalle. Mi aspetto che voglia mostrarsi però", conclude il direttore sportivo Nikolas Maes.
Maggiori informazioni

Team Qhubeka NextHash a La Vuelta

Con i caschi Ekoï

Il team Qhubeka NextHash ha selezionato la sua squadra per il gran tour finale della stagione, La Vuelta a Espana. Il gran tour spagnolo inizierà sabato 14 agosto, da Padron, e coprirà oltre 3400 km prima di finire a Santiago de Compostela domenica 5 settembre. Il team Qhubeka NextHash ha subito un colpo la settimana scorsa quando l'atteso leader della Vuelta a Espana Domenico Pozzovivo è caduto alla Vuelta a Burgos e si è fratturato il ginocchio. Anche Emil Vinjebo è caduto nella stessa gara e si è fratturato la clavicola, costringendo la squadra a fare due sostituzioni tardive nella Vuelta. Fabio Aru e Sergio Henao condivideranno ora la responsabilità di guidare la squadra Qhubeka NextHash alla Vuelta a Espana. Aru ha mostrato un impressionante ritorno alla forma nelle ultime settimane, e come precedente vincitore della Vuelta a Espana, Qhubeka è orgogliosa di avere il sardo alla guida della squadra a La Vuelta. Henao sta facendo il suo ritorno alla competizione dopo una forte prestazione al Tour de France di quest'anno, dove si è infiltrato in numerose fughe nelle tappe di montagna ed era pronto a entrare nei primi 20 in classifica generale prima di rompersi il braccio in una caduta, che ha rallentato lo scalatore colombiano che ha finito la corsa a Parigi. Con Aru e Henao che puntano alle tappe di montagna, Reinardt Janse van Rensburg sarà l'uomo per le tappe di sprint. Con tre piazzamenti tra i primi 10 negli sprint nell'edizione dell'anno scorso, il sudafricano spererà di avvicinarsi alla parte alta della classifica con molte opportunità di sprint in questa edizione della Vuelta. Il sudafricano cercherà di lasciare il segno nella corsa Dimitri Claeys e Dylan Sunderland, i due corridori di rimpiazzo tardivi, saranno entrambi al via della loro prima Vuelta in assoluto, nonostante abbiano esperienza di grandi giri, rispettivamente il Tour de France e il Giro d'Italia. La loro forza e le loro caratteristiche di 'motore diesel' saranno essenziali nei ruoli di supporto ma anche sui palchi per gli opportunisti. Bert-Jan Lindeman e Sander Armee, entrambi ex vincitori di tappe alla Vuelta, saranno chiamati in causa per tutta la gara, dato che la loro esperienza e il loro sostegno alla squadra saranno preziosi in tutti gli scenari di gara. Finalmente, è un grande piacere per la squadra avere Connor Brown che partecipa al suo primo gran tour. Il 23enne, che ha doppia nazionalità sudafricana e kiwi, completa la squadra per la Vuelta a Espana. La squadra guarderà al futuro per il suo sostegno
Maggiori informazioni

Euskaltel Euskadi alla Vuelta

con casco e occhiali Ekoï

Il team Euskaltel-Euskadi torna alla Vuelta a España con le più grandi speranze e l'obiettivo di lottare per una vittoria di tappa. La squadra basca dispone di un organico di otto corridori che combinano esperienza e gioventù e la cui qualità è comprovata: Mikel Bizkarra, Joan Bou, Mikel Iturria, Gotzon Martín, Luis Ángel Maté, Antonio Soto, Xabier Mikel Azparren e Juan José Lobato, sotto la direzione sportiva di Jorge Azanza.La squadra torna sui grandi giri con otto piloti motivati a combattere ogni giorno per almeno una vittoria. Bizkarra e Iturria, che ha vinto una tappa della Vuelta 2019 a Urdax, sono due garanzie, mentre Mate - sarà la sua decima partecipazione - e Lobato apporteranno la loro esperienza durante e fuori gara. Ci saranno poi quattro principianti: Bou, Gotzon Martín, Soto e Azparren. Quindici anni tra Mate e Azparren, a prova del fatto che si tratta di un blocco diversificato ma molto coerente e unito. Infatti, Bizkarra, Bou, Iturria, Gotzon Martín e Mate hanno partecipato alla recente Vuelta a Burgos e Soto, Azparren e Lobato provengono dalla Arctic Race in Norvegia.La marea arancione è tornata! Otto ciclisti e uno staff tecnico e ausiliario daranno il meglio di sé per raccogliere la sfida sportiva e rispondere all'impegno dei loro principali sponsor e collaboratori e alla fiducia dei loro partner e di tutti i loro fan.Jesús Ezkurdia, direttore generale: "Sono particolarmente eccitato e lieto del ritorno della marea arancione sulla Vuelta a España. Sappiamo cosa ci aspetta: sofferenza, dedizione, sforzo. Ma cercheremo di dare un senso a tutto questo, e dimostrare che c'è passione dietro lo sforzo fisico. Abbiamo una responsabilità, ma una responsabilità che ci eccita e ci motiva, perché cresciamo di fronte alle sfide e siamo molto più che una squadra, siamo un progetto sportivo, giovanile e sociale".Jorge Azanza, direttore sportivo: "Abbiamo una forza lavoro compatta. Il nostro obiettivo sarà quello di cercare di essere presenti in gara e combattere per un passo, anche se sappiamo che sarà difficile. Bizkarra e Iturria sono due scalatori che possono essere presenti nelle fughe nelle fasi difficili. Gotzon, Bou e Soto sono giovani corridori in progressione, è il loro primo Grand Tour, e sicuramente ci daranno una presenza. Lobato e Mate sono i capitani della strada. Mate ha corso dieci Vueltas e trasmetterà la sua esperienza e Lobato è un ciclista rispettato. Entrambi possono portare la calma e guidare i giovani corridori in gara. Infine, c'è il giovane corridore della squadra, Xabier Mikel, che quest'anno ha avuto un'ottima progressione; pensiamo che la Vuelta gli porterà molto e che potrà anche apportare il suo contributo all'opera."Gli otto ciclisti: Xabier Mikel Azparren (1999) : 1e Vuelta.Mikel Bizkarra (1989) : 3e VueltaJoan Bou (1997) : 1e Vuelta.Mikel Iturria (1992) : 3e VueltaJuan José Lobato (1988) : 4e TourGotzon Martín (1996) : 1e Vuelta.Luis Ángel Maté (1984) : 10e tourAntonio Soto (1994) : 1e Vuelta.
Maggiori informazioni
NEXT

Newsletter EKOI

Iscriviti alla nostra newsletter per non perdere le offerte Ekoi Racing

il formato e-mail è errato. Ti preghiamo di verificare
Si è verificato un errore.
Questa e-mail è già registrata.
Iscrizione effettuata.
Continua i tuoi acquisti su ekoi classic Continua i tuoi acquisti su ekoi racing